A cura del Dott. Andrea Tedesco – La riabilitazione implanto-protesica di casi complessi richiede enorme attenzione per la risoluzione di problematiche legate al ripristino sia della funzionalità masticatoria che di quella estetica. Oggi è possibile, con tecniche chirurgiche particolari, la realizzazione di una protesi provvisoria fissa contestualmente all’inserimento di impianti endoossei. Praticamente, dopo aver valutato scrupolosamente le condizioni cliniche del paziente, si esegue l’intervento chirurgico per l’inserimento implantare e, nella stessa giornata, viene consegnata al paziente una protesi fissa avvitata sugli impianti precedentemente inseriti.

Questo concetto è quello che routinariamente si chiama “protesi implantare a carico immediato”. Infatti attraverso questo approccio è possibile ripristinare la perdita di uno o più elementi dentali nella stessa giornata dell’intervento, soprattutto nei casi di edentulie totali, cioè in quei pazienti portatori di protesi totali removibili (la classica “dentiera”). Il caso qui descritto è un esempio di come poter gestire un tipico paziente con grave compromissione parodontale tale da dover estrarre tutti i denti in entrambe le arcate e quindi inserire impianti e protesi contemporaneamente nella stessa giornata. In questo caso sono stati inseriti 8 impianti nell’arcata superiore e 4 impianti nella mandibola secondo metodica “All on 4”.

È superfluo sottolineare quanto possa cambiare in meglio la vita di questi pazienti e quanto soprattutto diventi fondamentale una riabilitazione implanto-protesica immediata che tra le altre cose riduce drasticamente i disagi legati ai lunghi tempi di attesa con protesi provvisorie mobili difficilmente tollerate da chi un attimo prima aveva tutti i propri denti.