A cura della redazione – Il futuro, almeno in medicina, è oggi un po’ più presente. Una donna risulta essere la prima italiana sottoposta ad intervento chirurgico con impianto di una mano bionica. Questo ha avuto luogo nel giugno del 2016 al Policlinico Gemelli di Roma dal gruppo del neochirurgo Paolo Maria Rossini, e i test sono durati sei mesi. La mano artificiale è stata realizzata dal gruppo di Silvestro Micera, della Scuola Superiore Sant’Anna e del Politecnico di Losanna. La donna in questione, Almerina Mascarello, aveva perso la mano sinistra in un incidente; adesso porta una versione migliorata di mano hi-tech (rispetto a un precedente esperimento del 2014), dato che tutta la parte elettronica è stata racchiusa in uno zainetto. Con la sua nuova mano, la donna percepisce il contatto con gli oggetti e la loro forma.