La rinoplastica non chirurgica o “rinofiller”

A cura del dott. Jacopo Scala – La rinoplastica non chirurgica o “rinofiller” è una recente tecnica di medicina estetica che si basa sull’inserimento di filler sottocutanei per correggere alcuni inestetismi del naso senza ricorrere ad interventi chirurgici. Attraverso micro-iniezioni, praticamente indolori, si va a modellare le parti interessate.

Tale trattamento non ha un impiego universale per tutti i difetti nasali, ma si rivolge soprattutto a tre tipi di correzione:

– Eliminare la cosiddetta “gobba” nasale

– Ottenere un innalzamento della punta

– Correggere il “naso a sella”, cioè che presenti avvallamenti o vuoti da riempire nel profilo del dorso.

In mano ad un operatore esperto vi possono essere anche altre correzioni possibili. Il trattamento di rinofiller, in quanto microinvasivo, viene svolto in ambulatorio e non necessita il ricorso ad alcuna anestesia poiché ben tollerato ed eseguibile in soli 20-30 minuti. L’effetto è subito apprezzabile e dura tra i 12 e i 18 mesi, ma è ripetibile quante volte si desideri senza controindicazioni. Il paziente può far subito ritorno alla propria vita sociale, con il solo consiglio di evitare l’uso di occhiali, l’esposizione al sole o fonti di calore per le 24-48 ore successive. In conclusione, questa tecnica permette di risolvere in maniera semplice, rapida e sicura, alcuni dei difetti che più spesso ci infastidiscono allo specchio, ma per non rischiare complicazioni o risultati non soddisfacenti è sempre necessario rivolgersi ad un professionista esperto in medicina estetica e in particolare in questa procedura.

2019-02-04T12:16:15+02:0019 Febbraio 2019|Bellezza, Benessere, Medicina, News|0 Comments

Leave A Comment