A cura della redazione – Oggi 12 maggio si celebra la Giornata Mondiale della Fibromialgia. Caratterizzata da un forte dolore cronico e dalla diminuzione della soglia del dolore, si tratta di una malattia reumatica dell’apparato muscolo-tendineo. Già dal 1992 l’OMS ha riconosciuto la fibromialgia come malattia vera e invalidante (e nello stesso anno c’è stata anche la prima Giornata Mondiale ad essa dedicata), e il 12 maggio è stato scelto come data in ricordo dell’infermiera Florence Nightingale, nata a Firenze nel 1820 il 12 maggio e affetta da questa malattia: di fatto Nightingale è considerata la fondatrice dell’assistenza infermieristica moderna. Purtroppo in Italia la fibromialgia non è riconosciuta come patologia invalidante, e non sono previste o erogate agevolazione terapeutiche o farmacologiche.